Donne che corrono coi lupi

Siamo pervase dalla nostalgia per l’antica natura selvaggia. Pochi sono gli antidoti autorizzati a questo struggimento. Ci hanno insegnato a vergognarci di un simile desiderio. Ci siamo lasciate crescere i capelli e li abbiamo usati per nascondere i sentimenti. Ma l’ombra della donna selvaggia ancora si appiatta dietro di noi, nei nostri giorni, nelle nostre notti. Ovunque e sempre, l’ombra che ci trotterella dietro va indubbiamente a quattro zampe.

CLARISSA PINKOLA ESTÉS

Cheyenne, Wyoming

(Prefazione – Donne che corrono coi lupi)

Annunci

I nostri baci

Ci sono baci come carezze, lente, estenuanti.

Baci come fiori, da sfogliare delicatamente, petalo dopo petalo e, poi, i baci aggressivi, violenti, di labbra da mordere e da cui farsi marchiare.

Poi, ci sono i nostri baci.

Quelli che non sono uguali a nessun altro che abbiamo dato, prima o dopo di noi. Quelli per cui ti manca il respiro, il cuore perde un battito, i movimenti si fanno lenti perché il desiderio generato dall’attesa è, esso stesso, piacere.

-L. Shiver

Vorrei essere più coraggioso, per te.

Cosa augurarti? A dire il vero, dovrei augurarti te stessa, perché tu sei il regalo più prezioso, più raro a cui possa pensare. Vorrei essere più coraggioso, per te.

dal libro “Che tu sia per me il coltello” di David Grossman

 

Noi camminiamo da sole

Noi donne siamo esseri umani ben strani.

Ognuna di noi è un universo a parte, fatto di vissuti differenti, intrecciati dai fili della vita familiare, dalle esperienze, dagli amori, ma una cosa ci accomuna tutte.

Non importa quanto in basso arriviamo, quanto a lungo ci crogioliamo sul fondo, quanto ci mettiamo per darci la spinta per risalire. Il momento in cui torniamo a respirare arriva per tutte e in quel momento ci accorgiamo che noi sappiamo camminare anche da sole.

 

-L. Shiver